Pubblicità - Filippo Fornari

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Pubblicità

Ricordi


PUBBLICITA'

  • Cochi e Renato che pubblicizzano il gelato Besana e la frase: "Perchè lo fai ?" e la risposta: "Perchè è Besana"

  • Il Digestivo Antonetto che, come diceva Nicola Arigliano salendo sul tram: "Si prende senz'acqua....."

  • I palloni in omaggio alla benzina Marathon (non era distribuita in tutta Italia)

  • le scritte adesive della SHELL con la conchiglia gialla (o anche un pappagallo verde) e la dicitura "se mi leggi, frena"

  • Sempre della Shell la collezione di monete dei Pionieri dello Spazio

  • La collezione di medaglioni dei Campioni del Corriere dei Piccoli: Giacomo Agostini, ecc

  • La lacca Kadonett che non solo "fissa morbido morbido" ma che  "si toglie con tre colpi di spazzola"

  • Posso dire una parola ? C'è un Algida laggiù che mi fa gola......

  • Sala da biliardo.... fine 800 primo 900 Franco Voli (ufficiale di cavalleria) ed Ernesto Calindri (gentiluomo borghese) commentano un fatto e finiscono con l'inevitabile "Eh eh eh, non può durare", "Dura minga", "Dura, no" ma alla fine ci salva la canzoncina :"Fino dai tempi dei garibaldini, china Martini, china Martini!" Fino ai tempi di oggi dì"

  • La pubblicità del Rodiathoce con Gregorio: "Ve saluto, so' Gregorio, so' er guardiano der pretorio, fà la guardia nun me piace, c'ho du metri de torace..."

  • Lucedella e SuperFaust che reclamizzano un prodotto per la pulizia dei mobili

  • Le figurine prismatiche di personaggi dei cartoni animati o delle favole nel formaggino MIO della Lcatelli che si "animavano" ruotandole di qualche grado.

  • I trasferelli con le figure de "I Tre Moschettieri" che si incollavano sul foglio premendole con la punta della matita. Erano in regalo nei formaggini Galbani ("perchè Galbani, vuol dire fiducia.....")

  • I giocattoli a sopresa nelle scatole dei detersivi Vel e Tide: tra i più ambiti c'era un palombaro con un tubicino che immerso nell'acqua andava a fondo, ma soffiando nel tubicino ovviamente tornava a galla.

  • Lina Vologhi la "Nonna JET" che risolve il problema dello studiare organizzando un quiz a premi tra i bambini

  • Ciribiribìn Kodak....e via con l'astronave !

  • "Già fatto ?" Pic Indolor

  • Si reeee si reeeee si miiiii si miiiii si faaaaa si faaaaa si sol sol sol sol sol fa fa mi reeeeee. Bimbo in bicicletta alternativamente con mamma e papà per l'assicurazione SAI

  • Dixan ed testimonial MISTER-X

  • Il draghetto Grisù che voleva fare il pompiere ma finiva sempre con il dare fuoco a qualcosa. Era la pubblicità della Menta Fredda Caremoli. E la canzoncina "Non dimenticar la Menta Freddaaaaa" cantata sull'aria di "Non dimenticar le mie parole"

  • "Ti spunta un fiore in boccaaaaaaa"

  • "Come mai non siamo in otto?" "Perchè manca Lancillotto", il quale era in giro a combinare disastri, tanto è vero è che "arriva Lancillotto, arriva Lancillotto, succede un quarantotto e tutto a posto vaaaa", era la pubblicità dei crackers Doriano e Doripack (con e senza sale)

  • El Merenderoooooo!!! L'è lì l'è là, l'è là che l'aspettava, L'è lì l'è là, l'è là che l'aspettava, L'è lì l'è là, l'è là che l'aspettava, L'è lì l'è là, l'è là che aspettava Miguel", "Miguel son mi", "E ti e ti e ti non ti se niente, E ti e ti e ti non ti se niente, E ti e ti e ti non ti se niente. Ti se miga Miguel", "Mi guel son sempre mi", e così via. El Merendero pubblicizzava i biscotti TALMONE ed era la parodia dell'originale messicano di El Dindondero

  • L' infallibile ispettore Rock interpretato da Cesare Polacco. "Lei è un fenomeno, spettore: non sbaglia mai" "Non è esatto , anche io ho commesso un errore, non ho mai usato la brillantina Linetti" naturalmente questo perchè l'ispettore Rockè completamente calvo.

  • "I piatti-ti i piatti-ti con Nelsen piatti li vuol lavare lui....."

  • "Soooooole piatti!"

  • I pupazzetti adesivi dei formaggini Mio che si potevano attaccare alle piastrelle una volta insaponati sul retro.

  • Il mitico bicchiere scolpito nel ghiaccio del Brancamenta rimasto immutato fino ad oggi.

  • Petrus (pugno di ferro sul tavolo) l'amarissimo che fa benissimo

  • "Gusto pulito.... colore chiaro...." è naturalmente l'amico Michele intenditore di whisky che sorseggia, bendato, un Glen Grant

  • Kraft cose buone dal mondo (pronunciata da Nino Ferrer) compreso il Kraft Dover (dopo solo Dover) il "buon formaggio nel bicchiere"

  • Il detersivo Tide con un gioco in omaggio

  • Lampadine ? Ooooooh.... Osram !!

  • Il tipettino baffuto che segue lo spillungone fino a casa fischiando un motivetto nella pubblicità del vino Veronelli

  • La raccolta di punti Mira Lanza con le figure dell'Olandesina, prima, poi Calimero ed infine Marianna

  • La raccolta di punti Liebig con le cartoline raffiguranti i mesiteri ed il loro raccoglitore fustellato.

  • Il fantasma BUC IL BUCANIERE che escalmava "Castor, lavami!" e c'era un bambino che voleva anche lui "un buco nella pancia"

  • "Le stelle sono tante, milioni di milioni, la stella di Negroni, vuol dire qualità" e via con l'animazione del coltello che taglia da solo il salame. Lo spot rappresentava le avventure di uno sceriffo ed il suo aiutante

  • Metti un Tigre nel motore ! Con il cambio d'olio i benzinai regalavano una mezzacoda che si poteva attaccare o al tappo della benzina o al vetro con una ventosa, anche se quelli cherano DAVVERO fichi la attaccavano, come la pubblicità, all'antenna dell'autoradio

  • La pubblicità di Pronto Mobili con Ave Ninchi vestita da Castigliana e suo marito Aroldo Tieri che fa Zoddo che recita la frase: "Zoddo non fugge: Zoddo lascia il segno..... Ehi, ma non pulisci mai questo tavolo?"

  • La pubblicità successiva di Pronto Mobili: quel matto di Pablo che si mette a ballare il flamenco sul tavolo a piedi nudi

  • Le gemelle Kessler per la pubblicità "Omsa... che gambe!" con Don Lurio in scivolata che si ferma tra di loro ammirando tanta grazia di Dio. Credo che fosse anche un escamotage per non metterlo in piedi in mezzo alle due vichinghe a cui arrivava forse al petto !

  • La pubblicità Fiuggi con la tipa che rimprovera il marito: "Vergognati, hai quarant'anni e ne dimpostri il doppio" e, in sottofondo, la canzone Noi siamo i giovani, i giovani, più giovani, siamo l'esercito, l'esercito del surf.

  • C'era una pubblicità con una canzonica che recitava: "SE TU DAI UNA COSA A ME, IO POI DO UNA COSA A TE..." Pubblicità di un rasoio elettrico della della Philips.

  • "O-o-o-o-orzoro !" con lo spaventapasseri che ballava sul coperchio della scatola

  • La pubblicità della Philco con una lavatrice che veniva ammaccata da una mazzata e lo slogan in sottofondo: "Philco, funziona sempre"

  • "Cera Liùuuuuu, un tappeto di luce sei tuuuuuuu" ed il pavimento sfavillava

  • "Plin, plin, tortellin.... con due uova di gallina ed un chilo di farina, carne, grana e prosciuttini sono fatti i tortellini. Sono buoni sono tanti, tortellini Fioravanti!"

  • "Con la ricetta della nonnina, zucchero, latte, fior di farina, son fabbricati i biscooootti Doria, un nome da imparare a memooooria"

  • La pubblicita di Doriano, il cracker Doria con il cartone del gruppo Tacabanda che recitava poesie in rima baciata accompagnato al tamburello da Oracolo perennemente ubriaco che parlava solo a singhiozzi.

  • "Come mai non siamo in otto?" "Perchè manca Lancillotto": cartoni animati della pubblicità Pavesi "...arriva Lancillotto e tutto a posto va!"

  • Il Petrus l'amarissimo che fa benissimo

  • Lievito Bertolini: la competizione tra Olivella (capelli neri a caschetto) e MariaRosa (bionda con sguardo angelico) e la canzone: "Olivella, invidiosa, come lei vuol far, ma la cosa.......". Ed alla fine: "Brava brava mariaRosa, ogni cosa sai far tu, qui la vita è sempre rosa, solo quando ci sei tu"

  • La pubblicità della CocaCola: "vorrei cantare insieme a te, in magica armonia......" rimasta immutata per secoli., tanto è vero che alla fine non si capisce che le persone dovrebbero rappresentare un albero di natale.

  • La pubblicità del Vecchia Romagna Etichetta Nera, il brandy che crea un' atmosfera con Gino Cervi. La musica era di Mozart

  • L' ORRIBILE pubblicità del San Pellegrino Bitter con degli idioti vestiti di bianco con grandi cappelli rossi con sopra una stella e che ballavano When The Saint Go Marcin' In. Non co she agenzia l'abbia pensata. So solo che era da vomito.....

  • Mike Buongiorno sul Cervino con la grappa Bocchino Sigillo Nero: "Concludendoooooo....."

  • Gli abiti della Marzotto, prima linea di buon stile in grande distribuzione

  • Il tipo con i baffettini, siciliano che dice:" Io ce l'ho profumato... l'alito"

  • Le lavatrici Zoppas. Lo slogan faceva: "Zoppas le fa e nessuno le distrugge!"

  • L'Amaro Cora, l' amarevole..... con Giulio Bosetti e Gaia Germani

  • "Chi Vespa mangia le mele", messaggio sessuale subliminale probabilmente non colto da quasi nessuno al tempo

  • Chatillon con il cartone del pretoriano "So Caio Gregorio, er guardiano del Pretorio, ci ho du metri de torace, far la guardia non me piace"

  • Il vino Ferrari con l' Adalgisa

  • La Famiglia di cavernicoli Mammuth, Babbuth e Filiut della pubblicità della Pirelli

  • Il catalogo Posta Market con la mitica sezione della biancheria intima femminile che fu elemento di crescita e consapevolezza attraverso le tratiche onanistiche

  • Franco Franchi ed il lamarasoio Bic. Interessante anche la riedizione moderna di questa pubblicità fatta da Chiambretti in cui lui esibisce il rasoio e poi dice il nome di un prodotto che non c'entra per nulla.

  • Albertini nella famiglia incontentabile per la pubblicità della Ignis. Dopo aver rotto le palle al commesso di turno, se ne uscivano dal negozio con la frase di rito: "Ma le è incontentabile" e lui durissimo, in primo piano, diceva perentorio: ".....Sempre!"

  • "Conservini, ce cosa combini?" Era una famiglia che viveva con una scatola in plexiglass sulla testa per non farsi consumare. Pubblicizzava il Pronto mobili

  • Philco ed il pianeta Papalla "....ed adesso aspettano un Philco!"

  • Il detersivo Tide

  • Mister X nel carosello per la pubblicità del DiXan.

  • La sigla di "Scala Reale" con un Silvan giovanissimo che interviene facendo giochi con le carte e scompare di colpo.

  • El Merendeeeeroooooooo ! L'è lì, l'è là, l'è là che l'aspettava, L'è lì, l'è là, l'è là che l'aspettava, L'è lì, l'è là, l'è là che l'aspettava, apsettava Miguel. "Miguel son mi".... E ti e ti e ti non ti se' niente, E ti e ti e ti non ti se' niente, E ti e ti e ti non ti se' niente, eccetera

  • Il programma Cronache Italiane che andava in onda alle 19.30 e noi chiamavamo "la leva ed il bottone" perchè la sigla riprendeva le manovre di una regia video e telecamere in movimento

  • "Di Gioele amici siam ed insieme a lui cantiaaaaam, viva viva gli indiscussi di Perugia biscolussi", "...e che, c'ho scritto Jo Condor?"

  • La reclame del rabarbaro Zucca con la gheisha che si mette in posizione per formare una Zeta

  • "Pun...pun... appuntamento yeeeess, appuntamento con Punt e Mes!"

  • La pubblicità del Johnny Wlaker con l'etichetta storta ("L'unica cosa storta nel Johnny Walker è l'etichetta"

  • Il veterinario del Montenegro che ci ha stufato per vent'anni

  • La musica di Carosello con i vari strumenti e quelle cose che giravano che non si è mai capito cosa fossero. Solo secoli dopo capii che erano le quinte di un imporbabile teatrino. Il tutto finiva in un giardino con fontane ed archi.

  • "Chi vespa mangia la mela"

  • "Chi Piaggio non sardina"

  • L'ippopotamo Pippo della Lines: "bambino.... tu bisogna pannolini Lines"

  • Il confronto dei coletti bagnati dei bambini nelle pubblicità dei pannolini, tutte uguali

  • La rivoluzione sessual-marketing: il pannolino diverso per maschi e femmine

  • Le scarpe che ti alzano di 10cm reclamizzate nella terza di copertina dei fumetti

  • Il cartoon del succo Derby con il cavalo che diceva "Vitaccia cavallina mi scappa sempre la parolina...."

  • Gli spazi pubbliciatri Arcobaleno e Tic Tac (quest'ultimo aveva vome sigla un cartoon con tizi stilizzati che giocavano a Golf)

  • Jeans Jesus: 'Chi mi ama mi segua' ed il mitico culo di Rosa Fumetto

  • Ernesto Calindri che beve il Cynar in mezzo alla strada: "Contro il logorio della vita moderna....". Ho letto da qualche parte che nel girare lo spot il tavolino è statao urtato diverse volte da varie automobili (sarà una leggenda metropolitana?)

  • Pennello Cinghiale con il vigile: "Per una parete grande non occorre un pennello grande, ma un grande pennello: Cinghiale!" pubblicità immutata ancora oggi ad attori morti da cento anni.

  • Il manichino marrone scuro in vetrina con le cinture del Dottor Gibaud

  • Il Talco Felce Azzurra Paglieri....l'amico per la pelle

  • Con Ebo-Lebo disgerisco anche mia suocera !

  • La reclame col dibattito su problemi di stomaco: "Una certa sonnolenza dopo mangiato..........è normale..........Amaro Medicinale Giuliani!"

  • Giangiòto e Giantàrlo

  • Il cartone di Angelino del detersivo SuperTrim e, sotto, la musica del Guglielmo Tell

  • Tino Scotti per il Confetto Falqui:"Basta la parola!"

  • La reclame della benzina Apri: delle tipe vestite in abito a gonna cortissima in plastica bianca su 5 spider bianche cabriolet con delle bandiere con la A sopra e la musica della Cavalcata delle Valkirie

  • Fabello: lucida nuovo, lucida bello!

  • Aiax lanciere, il bianco più forte dello sporco

  • Dapporto (contadino Agostino) che dice: "Signorina: con quel sorriso lì lei può dire quello che vuole......" per il dentrifricio Pasta del Capitano e poi dopo entra il dottore che "corregge" la signorina "Noooo, non è eccezionale ma è un ottimo dentifricio" .... e tuttoaduntratto: il coro! "Pasta del Capitanoooooo!"

  • Virna Lisi nella pubblicità Chlorodont. Ritornerà dopo anni con la pubblicità della pasta per dentiere Orasiv

  • La faccia di Mulè e la tedesca Solvi Stubing di "Chiamami Peroni: sarò la tua birra"

  • Borg che dice "Buona: è senza zucchero!"

  • La publicità della Fiesta con i Ricchi e Poveri che cantano "Fiesta ti tenta tre volte tanto". Che pena.

  • Nino Castelnuovo che salta la staccionata per l'olio Cuore

  • L' incubo della "pancia non c'è più" dell' Olio Sasso ("Matilde, l'olio Sasso, lo voglio, qui, sul tavolo").

  • Gli omini a cono di carta del Caffè Paulista e la frase: 'Carmencita, amore mio, chiudi il gas e vieni via'

  • 'Le stelle sono tante, milioni di milioni, la stella di Negroni vuol dire qualità". Se non erro c'è stato anche un periodo in cui c'era una animazione di un coltello che da solo affettava il salame

  • 'Qui fanno tutti così perchè sono piccolo e nero, è un' ingiustizia però' di Calimero 'Tu non sei nero, sei solo sporco....', 'eh Ava, come lava'

  • La tipa che provava la resistenza dei panni con due colpi 'Non c'è strapp de usi Ace'

  • L'aquila che volava di Fernet Branca

  • Il Veterinario dell'Amaro Lucano (slogan: "sapore vero") che ha rotto le palle con la pubblicità sempre uguale per trant'anni.

  • 'Voglio la caramella che mi piace tanto e che fa Du-du-du-du-du-du- du-Dufur' con Marisa del Frate per Dufur

  • Minnie Minoprio sempre per Dufur che cantava "ciri ciri pop....."

  • 'Castor, sì'

  • Denim, il profumo per l'uomo che non deve chiedere. Mai.

  • Gli omini sferici della pubblicità della Philco e la frase: '...ed ora aspettano un Philco'

  • 'Gigaaaaante.... pensaci tu....' delle merendine Ferrero

  • La frase 'E che ci ho scritto Jo Condor?'

  • 'Beeeelllla dolce cara mammina, dacci la caramellina..' delle Caramelle Latte-e-Miele Ambrosoli

  • Gino Bramieri travestito da casalinga con un catino in mano che dice "e mo' e mo'..... Moplen" ed anche "Ma signora badi ben che sia fatto di moplén"

  • Gli omini russi nella neve fatti con le caramelle Charms

  • Il Bidibodibù di Permaflex con i bimbi sul materasso

  • Il tenente Sheridan nello spot Biancosarti

  • Paola Pitagora e lo slogan 'Capita a chi Policar'

  • L'uomo in ammollo (il jazzista Franco Cerri) e lo slogan 'Nooooo... non esiste lo sporco impossibile'

  • Digestivo Antonetto ed il cantante jazz Nicola Arigliano che si passa la mano sulla pancia sul tram e dice "E' così comodo che si può prendere anche in tram"

  • Franco Franchi e Ingrassia nella pubblicità della cera Grey ed il robot Calogero. "Nonostante le botte....hai sempre una buona cera...." "Ottima direi, è Cera Grey'. Il robot era praticamente identico a quello del mitico film Pianeta Proibito.

  • Corrado che parla con l'olandesina della Mira Lanza

  • La Pasta del Capitano con il dottor Ciccarelli, con lui che esce alla fine e dice:"No, non è eccezionale, ma un ottimo dentrifricio...." .... ed Agostino che fa: ..." e tuttoduntratto il coro..... Pasta del Capitaaaano"

  • Lo slogan 'Cantare, gridare, sentirsi tutti uguali ' del cornetto Algida

  • Lo slogan 'La pancia non c'è più' dell'olio Sasso e la musica del Mattino di Grieg di sottofondo

  • Gli arabi di Sole Piatti che ragalavano gioielli

  • Il fustino del Nuovo All con un orso bianco che spuntava fuori dalla lavatrice

  • Il bagno schiuma Vidal con i cavalli bianchi che correvano sulla spiaggia (mi sembrava, al tempo, che il fatto che uno dei due fosse maschio fosse messo in particolare evidenza)

  • Il Pino Silvestre con la boccetta a forma di pigna, tutto sommato anche abbastanza fallica

  • Le perle dentro nella Crescenza Invernizzina. Mia nonna si fece due collane e noi abbiamo mangiato crescenza per due anni consecutivi

  • La frase 'il Fixen c'è'

  • Cecchetto con quello schifo bestiale di canzone per dementi Gioca Giuè. Hanno ragione i nostri figli: eravamo scemi (siamo passati dalla scemitudine al rincoglionimento senza soluzione di continuità)

  • I cavalli bianchi sulla spiaggia del Bagno Schiuma Vidal

  • Lo slogan 'Capitano, lo possiamo torturare ?' dell'amarena Fabbri. E la risposta del capitano "Ma cosa vuoi torturare tu? Ci vuole pazienza...."

  • Miguel son sempre mi 'El dindondero'

  • Il cartellone dei gelati Motta con una signorina che mangia una coppa gelato e sullo sfondo un cielo azzurro con le nuvole bianche

  • Il genio pelato di MastroLindo

  • Il cartellone di Coppertone con il cane che tira gli slip della bambina bionda sulla spiaggia

  • Il Gringo nella pubblicità della carne Montana, 'La carne Montana che stringo, alé, vengon tutti a mangiare con Gringo'

  • Il braccio con il bracciale di cuoio di Vim Clorex

  • La brillantina Linetti

  • La pubblicità con Gatto Silvestro e Titti in cui alla fine lui rinuncia a randellare Titti perchè .."eh, no: su De Rica non si può!"

  • Mita Medici con la minigonna di plastica rossa e la parrucca rossa che fa la pubblicità alla benzina Total.

  • il dopobarba Paco Rabanne tamarro più che mai

  • L' Acqua Velva Ice Blue

  • Il pugno di Petrus, in armatura medioevale

  • Lo slogan 'Se nel disegno vuoi prender otto, matite Fila pastelli Giotto'

  • L'omino coi baffi dei Prodotti Bialetti la cui bocca prendeva la forma delle lettere che pronunciava

  • Paolo Ferrari che cerca di dare due fustini in cambio di uno di Dash al supermercato

  • Il Carosello della DeRica di gatto Silvestro quando dice "NO!!! su DeRica non si può..."

  • Lo slogan 'Fatti non parole' della Rex

  • L'uomo con il martello come quello delle 50 lire della Plasmon

  • La pubblicità dell'Algida 'C'è un algida laggiù che mi fa gola!'

  • La pubblicità del califugo 'Poveretto! Come soffre! non usa il Califugo Ciccarelli!'

  • Lo spot del Cynar, con Ernesto Calindri seduto in mezzo all'incrocio

  • La cedrata Tassoni con Mina che canta

  • Il Carosello della pentola Lagostina con la figura dell'uomo che era parte integrante della linea ("lui cerca Lagostina la cerca e qui la trova...")

  • La pubblicità delle bevande Giommi, con la faccia stilizzata che si tira l'occhio e dice 'Apri l'occhi, bevi Giommi'

  • La frase di Susanna Tutta Panna: "pitum-pitum ...paaah!"

  • 'Tolon tolon tolon tolon..... eh ....op!' di Susanna Tutta Panna e la mucca Carolina.

  • Il personaggio di Cimabue, che fa una cosa e ne sbaglia due, nella pubblicità dell'amaro Don Bairo. La canzonica faceva: "Cimabue, cimabue, fai una cosa e ne sbagli due" e lui di rimando: "Eh, che cagnara, sbagliando si impara !"

  • La bottiglia di Kambusa One l'Amaricante che torna indietrocon la musica...." One (uan.....) l'amaaaricaaante"

  • Il Rosso Antico

  • Il Re Inox

  • Gli occhiali a raggi X, la rivoltella De Luxe, La crema per i muscoli, le croci talismano, i profumi afrodisiaci, le antenne amplificate e i microfoni cammuffati, le radioline da stadio, eccetera venduti nelle pubblicità in fondo a l'Intrepido e a Il Monello

  • La Dolce Euchessina e le pastiglie Falqui alla prugna. Falqui....basta la parola

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu