Presentazione - Filippo Fornari

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Presentazione

Ricordi

IL RICORDO E' VITA

Alcuni anni fa, un po' per gioco un po' per nostalgia, ma soprattutto spinto dal ReiKi ad andare a rivivere il mio passato per cercare di pormi nel presente con un atteggiamento consapevole, cominciai a raccogliere il ricordo degli oggetti, dei giochi e delle cose che avevano riempito la mia infanzia a cavallo tra gli anni '60 e '70. Ma la ricerca, per definzione, non è mai finita.... Ringrazio tutti coloro che mi stanno dando una mano per queste pagine, persone sensibili ed attente, oggi come allora, e che sono davvero in tante. Le segnalazioni troppo personali (come: il bottegaio con un occhio di vetro sotto casa, il vicino con il cane che mordeva, ecc.) non vengono pubblicate in quanto si tratta di ricordi personali che sono privi di significato a livello collettivo.

In diversi mi hanno chiesto del perchè non metto ordine nei ricordi e, confesso, sono anche stato tentato più volte di farlo, magari anche semplicemente mettendoli in ordine alfabetico, cosa che con il computer potrei fare in pochi istanti. Poi, scambiando varie email con queste persone, siamo giunti alla conclusione che è più bello lasciare i ricordi nell' ordine in cui riaffiorano da questa nostra "memoria collettiva", un po' come la cara, vecchia CESTA DEI GIOCATTOLI in cui tutto era un po' alla rinfusa ed a volte c'erano giocattoli doppi, altri rotti, altri sparivano misteriosamente per poi riemergere magicamente dopo mesi......  Comunque il motore di ricerca del sito dovrebbe funzionare..... teoricamente.

Questa è la nostra nuova CESTA DEI GIOCATTOLI in cui tutti possiamo rovistare, aggiungere, togliere e, perchè no?, anche provare tenerezza nei confronti del nostro io-bambino.


Alcuni mi hanno anche detto che, grazie a queste pagine, hanno inventato un gioco da fare in compagnia: uno tiene il  foglio con la stampata dei ricordi e dà solo alcune tracce indicative del Ricordo Misterioso da scovare. Chi indovina diviene a sua volta il momentaneo capogioco e viene poi sostituito da chi ha indovinato. Vince chi, alla fine, ha identificato il maggior numero di ricordi.


 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu